Come Maurizio Sarri

Poteva mancare il pezzo di Anastasio dedicato al Comandante, sul blog? Lo faccio per passione, come Maurizio SarriNiente giacca e cravatta, come Maurizio SarriSto con la barba sfatta, come Maurizio SarriHasta la revolución, come Maurizio Sarri Io che vengo dal fango dei campetti provincialiGli stadi semivuoti calcati da criminaliDal calcio del pueblo al calcio dei … Leggi tutto Come Maurizio Sarri

Il fantasista

(Testo di Enrico Ruggeri) Gente si stringe ai cancelli per noi,Sguardi che arrivano qua.Troppe parole; sentirle non puoi.Vedi un pallone che vaGambe che cercano sempre la tua,Gente che succhia la scia.Calcialo piano, la folla lo spinge;Ecco, mi nasce un'idea! Corre la palla più forte di noi,Segui la mia geometria.L'allenamento? Ma fatelo voi!Io ho la mia … Leggi tutto Il fantasista

“Quando un giocatore si diverte rende il doppio, ed è uno spettacolo meraviglioso…”

Alcune frasi di Sarri rilasciate durante un paio di interviste: “Mi occupavo per Montepaschi di transazioni fra grandi istituti. Ho lavorato a Londra, in Germania, Svizzera e Lussemburgo. Poi ho scelto come unico mestiere quello che avrei fatto gratis. Ho giocato, alleno da una vita, non sono qui per caso. Mi chiamano ancora l’ex impiegato. … Leggi tutto “Quando un giocatore si diverte rende il doppio, ed è uno spettacolo meraviglioso…”

Esiste un calcio prima di Johan Cruijff e un calcio dopo Johan Cruijff…

Il campione olandese ha le stimmate della rivoluzione. L’Olanda e l’Ajax degli anni ’70 inventano dal nulla un calcio che non c’era. Ne fanno un altro sport. Le sacre regole del pallone vengono violate. Un sacrilegio. Non più fissità e interpretazioni rigide del ruolo ma movimento, cambi di posizione e occupazione dello spazio. Il dinamismo … Leggi tutto Esiste un calcio prima di Johan Cruijff e un calcio dopo Johan Cruijff…

«Quando abbiamo un pallone tra i piedi, noi calciatori siamo felicissimi. Quello che succede dietro, nel retropalco…»

Breve estratto di una vecchia intervista a Paulo Dybala, su Vanity Fair. Chi diventa davvero un calciatore, quando arriva al suo livello?«Il più delle volte un uomo molto solo. Come le dicevo prima, le cose negative che ti accadono restano. E lasciano un segno. Per questo sono diffidente e per questo mi riesce difficile credere … Leggi tutto «Quando abbiamo un pallone tra i piedi, noi calciatori siamo felicissimi. Quello che succede dietro, nel retropalco…»

«Quando indosso i colori bianconeri sento delle sensazioni positive, mi dà la carica e sento di voler sempre difendere questa squadra»

«La Juventus mi ha ridato la voglia di giocare a calcio. La cosa migliore per un giocatore: tornare a essere felice!» Carlos Tévez, uno dei calciatori che più ho amato, sia da giocatore della Juve che da avversario. «Carlitos è uno che non ti tradisce mai e ha nel suo bagaglio i numeri per sbloccare … Leggi tutto «Quando indosso i colori bianconeri sento delle sensazioni positive, mi dà la carica e sento di voler sempre difendere questa squadra»

«Perché il calcio olandese riesce a essere antropologicamente avanti, sempre avanti?»

Calciomercato L’Originale. Bonan domanda a Bucciantini. «Sì, è libero. È libero come è libera la città, come è libera Amsterdam, che per tanti di noi è diventata a un certo punto un sogno, di un viaggio diverso, più largo, in tutti i sensi. È libero perché non è rimasto vittima della vittoria, ma della costruzione». … Leggi tutto «Perché il calcio olandese riesce a essere antropologicamente avanti, sempre avanti?»